1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Rating 0.00 (0 Votes)

Assisi, 24 marzo 2013 (nel lontano 24 marzo del 1874 nasceva a Budapest Harry Houdini)

Visitare Assisi, gremita di turisti e pellegrini in occasione della domenica delle Palme, splendida cittadina medievale meta dei fedeli provenienti da ogni dove. Nella strada che dal parcheggio porta al alle vie del centro, negli spazi pubblicitari accanto al manifesto con il volto di Papa Francesco e la scritta ‘Assisi ti aspetta!’, c’è il manifesto di ‘MistErix’, lo show di Erix Logan e Sara Maya in cartellone il 23 e 24 marzo al Teatro Lyrick.

Dopo aver visitato i luoghi dove il Santo Patrono d’Italia nacque, predicò e morì, mi sono diretto verso il teatro. Anche la magia ha i suoi fedeli, ad Assisi qualcuno aspettava anche Erix ! :)

L’appuntamento è per lo spettacolo delle ore 17, adulti e molti bambini sono in attesa che si aprano le porte del teatro per poter intraprendere il viaggio sulle ali della fantasia. Prima dello spettacolo viene dato spazio alla realtà magica locale (una lodevole iniziativa che mi auguro possa essere presa ad esempio anche da altri artisti), sul palco due rappresentanti del CUP (Confraternita Umbra Prestigiatori) , Andrea Paris e Gabriel Leirbag che, con una corda ed un mazzo di carte, stupiscono e divertono piccoli e grandi spettatori pronti ora per l’apertura del sipario.

Da una cabina di cristallo, parti del corpo di un manichino inanimato si trasformano magicamente in Erix Logan che fa così la sua apparizione prendendosi i calorosi applausi del Lyrick. Da lì a poco applausi di benvenuto anche a Sara Maya, sua insostituibile compagna (sia sul palco che nella vita) .

L’illusionista italo-canadese partendo dalla domanda: ‘ma la nobile arte della prestigiazione può creare soltanto curiosità e meraviglia in coloro i quali assistono ad un atto magico oppure è possibile stimolare e far scaturire anche altre emozioni?’, prende per mano gli spettatori e, raccontando loro alcuni aneddoti riguardanti i suoi illustri predecessori che nel passato hanno fatto la storia della magia, li porta con sè attraverso un entusiasmante turbinio di luci, suoni e magie.

A spettacolo terminato la risposta sarà inevitabilmente affermativa in quanto , grazie alle illusioni presentate, alla narrazione che le accompagna, alle canzoni splendidamente interpretate da una bella ed altrettanto brava Sara Maya, alla complicità che nell’arco dello show viene instaurata con il pubblico presente , il tutto unito alla grande carica e passione che visibilmente traspaiono da questi due grandi artisti sul palco e che conseguentemente trasmettono a tutto quanto il pubblico. Emozioni che si tramutano, di volta in volta, in applausi .

Ci si diverte vedendo uno spettatore cercare di capire se il mago ha davvero intenzione di ritrovare la carta scelta lanciando un pugnale verso di lui nell’attimo in cui questo lancerà il mazzo in aria. Si sorride quando a salire sul palco è un piccolo Harry Potter in erba che si stupisce delle sue stesse magie, un bambino simpaticissimo che ogni artista vorrebbe scegliere come assistente! Assistendo poi all’esecuzione delle grandi illusioni è impossibile non rendersi conto che la percezione della realtà viene da esse alterata, è di scena l’impossibile. Senza togliere lo sguardo dal palco, amo ascoltare i commenti degli spettatori che mi circondano, esclamazioni spontanee che riassumo in un’unica parola: ‘non è possibile’! Passare attraverso ad una persona, prima con un braccio poi con tutto il corpo, scambiarsi di posto in un battito di ciglia, far materializzare la propria assistente invisibilmente ed altrettanto rapidamente da un luogo ad un altro, restare in qualche modo dentro ad un cubo sospeso dopo averlo trafitto con una serie di spade o averlo infilzato con degli spunzoni infuocati, far levitare una persona e, non contenti, volare sopra di lei. Ed infine chiedersi: ‘ma quante gambe ha Sara??’J

La vera arte non è tanto quella di sconvolgere la realtà ma rendere il tutto il quanto più credibile possibile. Erix è molto abile in questo.

Nonostante la giornata primaverile, il piccolo Harry Potter viene chiamato nuovamente sul palco e riesce stavolta a far nevicare. Applausi stavolta tutti per lui!

Immancabili tre originali cavalli di battaglia dell’artista bresciano, ‘reality magic’, ‘ Silhouette’ e ‘Scissor’, bambini (ma non solo) a bocca aperta soprattutto durante quest’ultima illusione!

Lo spettacolo volge al termine e si conclude con un numero di una poesia unica del quale però non voglio svelare nulla per non togliere la sorpresa a chi, nei mesi prossimi, andrà ad assistere allo spettacolo. Sono sicuro che emozionerà anche voi.

Appuntamento con 'MistErix' il 13 aprile prossimo al PalaBrescia!

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

JSN Megazine template designed by JoomlaShine.com